Alphabase

Tecnologie digital signage: ecco come prendono forma

 15 ottobre 2018
  |  
 Categoria: Software
  |  
 Autore: admin
digital signage

La tecnologia digital signage permette di realizzare una comunicazione d'impatto che coinvolge, informa e intrattiene i clienti. Digitale e interattiva, versatile nelle modalità di fruizione e nei luoghi in cui può essere allestita, la comunicazione con software digital signage prende forma attraverso numerosi dispositivi. Questi possiedono differenti caratteristiche tecniche, che variano a seconda del settore commerciale di destinazione.



Totem


I totem pubblicitari sono dispositivi dotati di ampio monitor che, di fatto, aumentano la capacità degli spazi in cui sono collocati, in termini di supporto e semplificazione delle attività informative e gestionali delle attività commerciali. I totem sono adatti ad essere installati sia all'interno che all'esterno garantendo, in quest'ultimo caso, la luminosità adatta all'ambiente. I monitor, da integrare nel dispositivo, vanno da un minimo di 20 pollici, ad un massimo di 90 pollici. Le soluzioni espositive possono prevedere la modalità interattiva, tramite touch screen, oppure concentrati esclusivamente a proporre esperienze avanzate di visione. I totem multimediali sono personalizzabili, a seconda del progetto da realizzare. Una caratteristica propria è quella di poter consentire la visione in entrambe le direzioni, grazie a monitor bifacciali.



Videowall


I maxischermi videowall sono composti da un numero variabile di monitor. Come avviene per un mosaico, l'immagine intera prende forma attraverso l'unione di singole immagini trasmesse, nel nostro caso, da singoli schermi. Si tratta di una soluzione pubblicitaria di grandi dimensioni e dall'effetto finale sorprendente, grazie anche alle caratteristiche dei nuovi monitor le cui cornici sono sempre più sottili, tanto da apparire quasi invisibili. Grazie alla bassa riflessione di cui sono dotati, i videowall si dimostrano la scelta giusta per ambientazioni pubbliche ad alta densità, come fiere, centri commerciali, congressi, stazioni e aeroporti. L'installazione se può sembrare rigida e fissa, perché destinata a durare, presenta importanti opportunità di personalizzazione. È, infatti, possibile creare forme diverse mediante giochi di sovrapposizione spettacolari.



Led wall


I led wall sono schermi, con tecnologia led, in grado di riprodurre qualunque tipo di immagine proveniente da computer o altre sorgenti video. Si caratterizzano per l'eccezionale luminosità, che ne fa la scelta ottimale per installazioni esterne. Programmabili da remoto, sono adatti a trasmettere senza interruzione immagini e video. Uno dei punti di forza di questi dispositivi è la capacità di mantenere elevato il grado di definizione dei contenuti multimediali, anche da distanze ravvicinate. La tecnologia a led permette di utilizzare schermi dallo spessore estremamente ristretto, con bordi così sottili da non notarsi affatto. Ecco che, spesso, i led wall vengono utilizzati su superfici curve, che offrono una visibilità a 360°, oppure costruiti a forma di parallelepipedo per una visuale da ogni angolo. Invece, i led wall a pavimento contraddistinguono le sale da ballo e le discoteche.



Videoproiettori


Anche i videoproiettori sono in sintonia con i software digital signage. Essi, infatti, sono facilmente collegabili ai player tramite cavo ad alta definizione e, per il tramite della connessione internet, si possono gestire da remoto. I videoproiettori che dialogano col digital signage non sono paragonabili a quelli per l'home cinema e per le sale riunioni. Si tratta, infatti, di una soluzione che garantisce prestazioni notevolmente superiori. La tecnologia utilizzata è quella LCD e DLP. Nel primo caso, si ottiene una prestazione caratterizzata dalla bassa rumorosità perché vi è poca produzione di calore. Nel secondo caso si ottiene un risultato altamente professionale ad un costo superiore. Il funzionamento provoca un maggiore riscaldamento entro un lasso di tempo più breve, pertanto la ventilazione dovrà essere maggiore. Ciò, solitamente, genera maggiore rumorosità ma, di contro, anche più brillantezza, contrasto e nitidezza dell'immagine. I videoproiettori supportati dalla tecnologia LCD, in conclusione, sono indicati per la riproduzione di immagini, mentre la tecnologia DLP è particolarmente indicata per la trasmissione di video.


Naviga
© 2011-2018 - Alphabase.it - Diritti riservati