Alphabase

Alla scoperta dei software per la gestione del magazzino

 18 febbraio 2019
  |  
 Categoria: Software
  |  
 Autore: admin
software gestione magazzino

La gestione operativa dei flussi fisici in transito all'interno di un magazzino può essere supportata e agevolata dall'impiego di un warehouse management system, vale a dire un programma ad hoc grazie a cui è possibile gestire il controllo della merce in molteplici reparti. La messa a dimora delle ubicazioni, la redazione di inventari e l'identificazione degli articoli in arrivo sono solo alcuni dei macro-processi più importanti che presuppongono il ricorso a un software per la gestione di un magazzino, il quale può essere adoperato anche per la stesura di statistiche relative ai flussi e alle scorte. Non solo: un programma di questo tipo può intervenire anche sulle spedizioni verso i clienti e sull'assegnazione dei colli, oltre che sulla gestione della mappa del magazzino; a tale scopo può essere impiegata la rotazione delle scorte, così da identificare le postazioni più adatte per il prelievo o per la messa a dimora di questo o quel prodotto.


Ovviamente, è fondamentale che il software per la gestione di un magazzino abbia la capacità di interfacciarsi e di integrarsi con l'ERP che viene eventualmente - e auspicabilmente - usato nell'azienda. L'enterprise resource planning è l'applicativo coinvolto nella gestione amministrativa, e chiama in causa tutte le attività che hanno sì a che fare con il magazzino, ma solo sotto il profilo commerciale e contabile, oltre che dal punto di vista fiscale.


Più in generale, i software per la gestione di un magazzino devono cooperare con i programmi impiegati da sistemi di movimentazione e di stoccaggio. Scegliere il software più adeguato alle esigenze dell'azienda richiede attenzione e cura: il primo passo da compiere consiste nel prendere in esame le proprie esigenze nell'ambito di quella che viene definita macroanalisi. In pratica, in uno specifico documento è necessario indicare gli user requirement, vale a dire le funzionalità che ci si attende dal programma. Dalla macroanalisi si passa, poi, alla microanalisi nel momento in cui il software viene personalizzato e adattato su misura senza che le sue logiche di funzionamento siano stravolte.


I vantaggi che derivano dall'impiego di questo tipo di soluzioni variano a seconda delle funzionalità offerte, ma nel complesso si può parlare di un incremento della produttività degli addetti e in tempi più ridotti per l'evasione degli ordini, anche perché gli operatori sanno sempre qual è il giro di prelievo più rapido e più efficace. Da notare, poi, la diminuzione degli errori (e delle conseguenze negative) che potrebbero derivare da una gestione manuale.



Naviga
© 2011-2018 - Alphabase.it - Diritti riservati