Alphabase

Fatturazione elettronica, quando un software ti facilita la vita

 12 settembre 2019
  |  
 Categoria: Software
  |  
 Autore: admin
software fatturazione elettronica

La data del primo gennaio 2019 ha segnato una vera e propria rivoluzione per imprese, aziende e titolari di partita IVA. Da quel giorno, infatti, vi è l’obbligo della fatturazione elettronica. Il nuovo anno ha dunque salutato la vecchia fattura cartacea, pena il rischio di incorrere in multe elevate.


La fatturazione elettronica, frutto della legge di Bilancio 2018, si propone come uno strumento valido per facilitare la dura e lunga battaglia contro l’evasione fiscale. E nonostante un primo periodo di confusione e malumore, oggi i dati dell’Agenzia delle entrate sono incoraggianti a tal punto da confermare una consapevolezza maggiore verso una procedura ritenuta inizialmente ostica.


Impossibile negarlo: un software di fatturazione elettronica è la soluzione necessaria per una corretta gestione aziendale. Numerosi i vantaggi: innanzitutto il risparmio di tempo e di soldi, insieme alla possibilità di analizzare in qualsiasi momento la situazione finanziaria e di gestire i propri clienti con la massima serenità e professionalità.


La scelta, ovviamente, va ragionata e fatta in base alle singole e reali necessità. Un chiaro esempio è LibertyCommerce. Grazie a un’interfaccia grafica essenziale ma completa sotto ogni punto di vista, il programma permette di creare fatture elettroniche per utenti privati e per realtà appartenenti alla pubblica amministrazione.


Le fatture elettroniche possono essere salvate e inviate attraverso il proprio provider o in modo automaticamente servendosi del servizio FPA semplice. Impossibile sbagliare: eventuali errori vengono rilevati da filtri, evitando che la fattura elettronica possa essere rifiutata dal sistema di interscambio (SDI), un postino virtuale che ha, tra i vari ruoli, quello di gestire proprio i grandi flussi della fatture e di notificare la consegna tramite delle ricevute. Inoltre, un software di questo tipo permette di inviare con estrema puntualità e rigore tutte le fatture al commercialista via email, in modo che il professionista possa seguire in tempo reale la vita dell’azienda.


Il risparmio di tempo è assicurato anche quando si parla di ricezione delle fatture elettroniche: vi è infatti la possibilità di importarle e conservarle nel proprio gestionale con pochissimi passaggi.


Ad oggi, fa sapere l'Agenzia delle entrate, il commercio all’ingrosso è il settore che primeggia con le fatture elettroniche. Seguono i servizi che forniscono energia elettrica, quelli inerenti la comunicazione e l’ambito manifatturiero. Lombardia sul podio, insieme a Lazio ed Emilia Romagna: queste le tre regioni italiane che hanno emesso più fatture elettroniche da inizio anno.


Il futuro, poi, sarà certamente sempre più roseo. Cresce infatti la consapevolezza su quanto la tecnologia e la digitalizzazione siano due fattori ormai indispensabili per professionisti e aziende che puntano alla massima efficienza per raggiungere il successo e battere la concorrenza. Non esistono, in fondo, problematiche insormontabili ai giorni nostri. Ciò che conta è l’impegno, il coraggio e il buon senso per non arrendersi alle prime difficoltà e raggiungere semmai traguardi importanti e ambiziosi. Sul fronte fatturazione elettronica, infine, un aspetto va sottolineato: le aspettative sono e saranno sempre più alte. Si attendono infatti proposte innovative che permetteranno, nei prossimi anni, di facilitare e migliorare il sistema fiscale del nostro Paese.


Naviga
© 2011-2019 - Alphabase.it - Diritti riservati