Alphabase

Fintech, le nuove tecnologie per i pagamenti elettronici

 10 luglio 2019
  |  
 Categoria: Tecnologia
  |  
 Autore: admin
fintech-pagamenti-elettronici

Negli ultimi anni il metodo dei pagamenti ha subito una grande rivoluzione. Se precedentemente il denaro reale era il più comune metodo di interscambio, ora con l’avvento di internet e soprattutto con l’utilizzo di nuove tecnologie come gli smartphone, sono stati introdotti nuovi metodi di scambio di denaro e acquisto di beni. La tecnologia ha riformato il nostro modo di comprare.



Che cosa sono i pagamenti elettronici?


Non vi è una vera e propria definizione ufficiale ma si può parlare di pagamento elettronico ogni qualvolta un valore monetario sia trasferito elettronicamente o in modo digitale tra due entità. Ovvero un pagamento elettronico, che in termine anglofono viene definito un e-payment, non comporta nessuno scambio fisico di contante.


Particolarmente negli ultimi anni, i metodi di pagamento elettronico hanno raggiunto una grande diversità. In particolare essi possono essere divisi in due principali metodi, gli e-payment e gli m-payment. Tra gli e-payment vi sono i classici metodi più conosciuti come bonifici, transfer money (ovvero trasferimenti di denaro anche tra due valute diverse), assegni elettronici, addebito diretto, deposito diretto, e-banking (la possibilità di utilizzare i servizi bancari online), portafogli digitali (come Paypal) e carte di pagamento. Mentre si parla di m-payments per tutte quelle transazioni che avvengono utilizzando il proprio dispositivo smartphone, scaricando apposite applicazioni e associando ad esse il metodo di pagamento scelto (come carte o conto corrente). Sempre associati all’utilizzo degli smartphone, inoltre, sono comparsi due nuovi metodi di pagamento: la tecnologia ‘contactless’ e la tecnologia Near Field Communication (NFC). Con ‘contactless’ si indicano quei pagamenti avvenuti senza l’inserimento di PIN tramite l’appoggio della carta o del dispositivo sul POS Contactless. La NFC invece si applica solo per smartphone di ultima generazione che abbiano un chip NFC installato al loro interno. Essa permette poi di pagare con il proprio dispositivo similmente alla tecnologia ‘contactless’, confermando l’azione di pagamento che compare sullo schermo.


Tra gli e-payments più diffusi vi è sicuramente l’utilizzo della carta di credito che prevede l’invio degli estremi della propria carta tramite la compilazione di una pagina Web interattiva. Il processo viene finalizzato con un sistema di verifica e accredito simile a quello dei POS installati nei negozi. L’impiego delle carte di credito assicura delle transazioni veloci, facili e un sistema di pagamento largamente diffuso.

Un altro metodo di e-payments frequentemente utilizzato è il bonifico bancario che permette la trasmissione di somme di denaro tra diversi conti correnti. Anche se non è un metodo diretto come la carta di credito, il bonifico si presenta ancora come un metodo valido soprattutto per i costi contenuti, anzi molte banche non applicano addirittura nessuna commissione sui bonifici online



Anche l’acquisto di carburante si riforma


Anche per l’acquisto del carburante la situazione cambia. A partire dal primo gennaio 2019, il governo italiano impone ai detentori di partita Iva una svolta per i metodi di pagamento del carburante, proponendo l’utilizzo di metodi alternativi al contante. Si tratta sicuramente una mossa di tipo finanziario, atta ad agevolare la raccolta di dati fiscali grazie all’introduzione nello stesso decreto dell’obbligo di fattura elettronica ma anche e soprattutto per controllare l’evasione fiscale. Allo stesso tempo, l’Italia si pone al passo con i cambiamenti internazionali, avvicinandosi all’utilizzo più diffuso dei pagamenti elettronici, in rispetto al più amato contante che ancora viene utilizzato nell’80 percento degli acquisti dagli italiani. Tra i metodi accettati vi sono diverse possibilità, la maggior parte dei metodi elettronici infatti viene accettata. Per detrarre le spese relative al carburante si possono utilizzare la carti di credito, il bancomat e le carte prepagate. Inoltre vengono aggiunte nuove possibilità come le carte carburante e le carte prepagate universali.


Naviga
© 2011-2019 - Alphabase.it - Diritti riservati